Wednesday, April 26, 2006

Curzi attacca la RAI

Cosi', di fronte all'evidenza, si difendono i comunisti. Attaccando gli organi d'informazione che riportano con chiara veridicita' i fatti indegni, per un paese civile, che sono accaduti ieri!

''Vedo che su molti organi di informazione e, purtroppo, anche nel servizio pubblico televisivo c'e' stato chi - a fronte dello straordinario spettacolo di unita' e di impegno per la liberta' e la democrazia fornito dagli italiani in occasione del 25 aprile - ha isolato, sciaguratamente enfatizzato e anche ridotto a strumento di propaganda di parte gli incidenti causati da isolatissimi gruppi di teppisti, naziskin e provocatori''. La denuncia e' del consigliere d'amministrazione Rai Sandro Curzi. ''Si e' arrivati ad accreditare una contiguita' politica di tali gruppi assolutamente immotivata, smentita dai fatti e negata dal coro unanime delle dichiarazioni di condanna. E' preoccupante e grave che - aggiunge Curzi - solo per strumentalizzarli nel suk della politica, si sia irresponsabilmente sovradimensionato episodi che vanno invece isolati e condannati da tutti, facendo da cassa di risonanza ed alimentandone artificialmente la portata. Ed e' evidentemente tanto piu' grave e preoccupante che messaggi di questo tipo siano arrivati ai telespettatori anche da un servizio pubblico, che d'altro canto ha praticamente ignorato il 25 aprile''.

SOURCE HERE

Se costui e' il consigliere d'amministrazione della Rai...poveri Italiani miei!

11 Comments:

Anonymous Orpheus said...

Di bene in meglio...erano così isolati i gruppi che hanno sputato addosso a Letizia Moratti, in mezzo al corteo principale.
Curzi é un pezzo di cacca, scusa il termine. Immagino che fra qualche mese instaureranno il regime che si auspica Curzi, da buon comunista.
Ha solo da aspettare ancora un po', e poi avremo la pravda pubblica.
ciao Mary

5:24 PM  
Blogger The Doc said...

Da far paura! Veramente da rabbrividire! E' per questo che cercano il controllo dei media "at any cost"!
Avremo presto solo le notizie dal Partito Centrale. Proprio come la Pravda di un tempo.

5:38 PM  
Blogger Phastidio said...

Mah, Curzi era quello che applaudiva quando i carri armati sovietici entravano in Ungheria e Cecoslovacchia, se non ricordo male, e non ricordo male.
Purtroppo il degrado della politica italiana sta accelerando drammaticamente, questa è l'unica evidenza che abbiamo di fronte.

7:16 PM  
Anonymous siro said...

Roba da matti. Curzi non si è ancora mosso dalla vecchia teoria comunista è-tutta-una-provocazione-dei-soliti-reazionari.
Penoso, davvero.
E io che lo consideravo un uomo intellettualmente onesto. Devo ricredermi, a questo punto.
Grazie della segnalazione, Enzo.

7:32 PM  
Blogger The Doc said...

Se ti dico che le cose vanno male il mio e' da considerare un "understatement"! Ci porteranno alla guerra civile, questi imbecilli.

7:32 PM  
Anonymous Anonymous said...

che stupendio prende questo essere inutile?

10:49 PM  
Blogger The Doc said...

Non saprei sinceramente...

10:52 PM  
Anonymous Anonymous said...

lapsus, ma rende bene l'idea.
solo degli idioti possono pensare che accetteremmo una benchè minima parvenza di stalinismo.
che squallido piparolo.
che luridi esserei.
meglio 2 nazioni, a questo punto, dovessimo ricorre alla guerra civile

10:53 PM  
Blogger The Doc said...

Quella e'la mia paura principale.
Che costoro, nella loro profonda ignoranza, porteranno il Paese alla guerra civile.

11:08 PM  
Anonymous Enzo said...

il prox 9 novembre,se non ricordo male,la festa della libertà tutti in piazza a bruciare bandiere falce e martello e svastiche...
che non dicano che siamo naziskin.
Ma mi chiedo,come mai quando qualcuno vestito da compagno che grida frasi da compagno e che fa gesti e soprattutto scemenze da compagno,o è un infiltrato della digos o è uno schiavo di Berlusconi in incognito???
Enzo

11:29 PM  
Blogger The Doc said...

E' il risultato della cultura alla "bulgara" che hanno avuto i compagni di casa nostra!

11:31 PM  

Post a Comment

Subscribe to Post Comments [Atom]

<< Home